Il “nuovo umanesimo” di Conte? Ce lo spiega Simone Pillon

Nuovo umanesimo. Parole che Giuseppe Conte ha pronunciato più volte. Ma di cosa si tratta? Lo ha spiegato il senatore Simone Pillon nel corso di una diretta Facebook dell’Accademia Federale Lega. “Dietro la parola umanesimo si nasconde un termine chiave massonico che mira a togliere ogni forma di trascendenza e con essa ogni radice cristiana della nostra società. Nuovo umanesimo significa dire che Dio non esiste, ma soltanto tutto quello che è nella volontà dell’uomo. 

I pericoli a cui andiamo incontro sono due. Il primo, la ricerca del bene comune lascia spazio alla ricerca del bene per se stessi. Riflessi terribili sulla società. Perché significa privarla di valori portati dal cristianesimo. Secondo, il più grave, una società senza valori, senza radici, diventa preda immediata di altre civiltà che pensano di avere dei valori. Penso all’Islam, pronto ad aggredire l’occidente cristiano. Ed è quello che si sta verificando in maniera sempre più evidente. Prendiamo la legge contro l’omofobia. Vuole stroncare le radici cristiane. Dire Padre Nostro sarà già considerato discriminatorio verso le due mamme. Pensate alle conseguenze. La nostra società rischia l’estinzione. Ma abbiamo le forze per reagire”.

Qual è la soluzione? Il senatore Pillon ne individua due. La prima, è la più semplice: “Privilegiare con il voto l’impegno orientato a sostenere tutto quello che è valore e identità della nostra Italia, della nostra Europa. Ma poi, oltre al piano politico c’è anche quello personale. Dobbiamo impegnarci anche nella nostra vita per portare avanti i valori che si vogliono difendere sulla scena pubblica. Per fare un esempio, prendersi cura dei propri figli. Ritengo sia una priorità. Se non sono io ad educare i miei ragazzi, lo farà internet. E questo non posso permetterlo”.