Tutta Italia, da Nord a Sud, riunita in un unico incontro virtuale su zoom in cui tutti gli iscritti dell’Accademia Lega si sono ritrovati

Oltre 600 persone hanno partecipato al secondo appuntamento con il Meeting Nazionale dell’Accademia Federale Lega, che si è chiuso con un intervento da Milano del segretario Federale Matteo Salvini

Tre ore in cui si sono alternati tutti i Governatori del partito, intervistati dal responsabile del percorso formativo dell’Accademia Mirco Melchionno. 

“Con il contributo dei nostri governatori è stata ripercorsa la storia recente del nostro Paese e le risposte di buongoverno e buonsenso espresse dalla Lega nel contrasto alla pandemia. Il governatore #Zaia ha consegnato ai partecipanti il ricordo delle tragiche giornate della prima zona rossa di Vò Euganeo, da lui voluta insieme ai primi tamponi, scelte quasi avversate dal governo Conte bis. Il presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga ha posto in risalto il nuovo rapporto tra Stato e Regioni in conseguenza del deciso cambio di passo imposto dal presidente Draghi, mentre Christian Solinas ha ripercorso le origini del pass vaccinale, ora patrimonio europeo, ma misura osteggiata da Conte e soci. Attilio Fontana, che ha ricordato le polemiche strumentali di chi lo accusava di razzismo quando chiedeva la quarantena per chi tornava dalla Cina, ha rimarcato la grande tenacia della sua comunità, capace di resistere nonostante un prezzo esorbitante pagato in termini di vite umane al virus. La governatrice Donatella Tesei ha spiegato le difficoltà dovute alla pandemia in una regione travolta dagli scandali della sinistra fatta sistema di governo come quella umbra. Il saluto finale di Matteo #Salvini, che ha insistito sulla necessità della formazione per chi intende fornire un contributo alla propria comunità, è stato la degna conclusione di una giornata formidabile. Questa è la Lega: zero chiacchere ma solo impegno e partecipazione”. Così il senatore della Lega Manuel Vescovi, responsabile dell’Accademia Federale.